Contents

Il presente manuale contiene le informazioni di base per l'applicazione pratica delle caldaie agli elettrodi immersi in sistemi di riscaldamento. Non ha pari sull'indice aggregato dell'efficacia tecnica ed economica compresa l'efficienza dell'indicatore della performance di facilita di riparazione, costi di riscaldamento di 1 mq dei locali, costo dei materiali 1 kW della potenza della caldaia e ecc. L'uso delle caldaie agli elettrodi immersi continua ad espandersi che nelle aree, che nella portata d'uso.

Manuale è redatto per gli specialisti nell'installazione delle caldaie agli elettrodi immersi, sistemi automatici sulla gestione e controllo del loro lavoro, messa in servizio, manutenzione e riparazione, e anche per i proprietari delle caldaie.

Saremmo grati a quelli che invieranno le loro osservazioni e le proposte riguardanti il manuale all'indirizzo Società "Galan" S.p.A. di tipo chiuso".

Tutti i diritti riservati Nessuna parte di questo manuale non può essere riprodotta in qualsiasi forma senza autorizzazione scritta Società "Galan" S.p.A. di tipo chiuso" - il proprietario dei diritti d'autore.

Introduzione

L'invenzione della caldaia ad elettrodi è una delle più alte realizzazioni nel settore della creazione di apparecchiature di riscaldamento multiuso. Una lunga esperienza di funzionamento di successo dimostra che le caldaie a elettrodi sono dispositivi di facile utilizzo, affidabili e di sicurezza. L'efficienza della caldaia raggiunge il 98%. Questo è il risultato dell'applicazione di uno dei migliori risultati dell'industria difensiva nazionale a fini di pace. Nel corso degli anni le caldaie della Società per Azioni “Firma“ GALAN ”sono state applicate con successo in quasi tutte le regioni della Federazione Russa, nelle repubbliche post-sovietiche e in altri paesi stranieri.

Caro acquirente!

Per, trarre pieno vantaggio delle nostre caldaie ed evitare possibili errori fastidiosi  di montaggio del sistema di riscaldamento, l'installazione di caldaie, l'avvio e l'ulteriore manutenzione, cosi come la destinazione dell’uso, siete pregati di leggere attentamente il presente manuale, che contiene le informazioni sulle caratteristiche, del dispositivo, l principio di funzionamento, l'uso delle regole d'installazione della caldaia, alcuni requisiti  di base per il montaggio del sistema di riscaldamento, manutenzione, riparazione, le misure di sicurezza, preparazione e gestione della documentazione di lavoro e ecc.

Le caldaie sono destinate al riscaldamento delle case residenziali, compresi i cottage, le case da giardino, le case di molti piani e garage, le saune, strutture e d'uso comune, i locali della destinazione commerciale, pubblica ed industriali ed agricola, cosi come altre strutture in assenza o inefficienza del riscaldamento centralizzato.

Le caldaie elettriche agli elettrodi di tipo di flusso di riscaldamento della Società "S.p.A. di tipo chiuso "Galan" delle serie "Focolare", "Geyser", "Vulcano" (di seguito – caldaia) sono usati solo nei sistemi chiusi di riscaldamento con la pressione massima possibile non superiore З bar, senza raccolta dell'acqua calda dal sistema per uso domestico, industriale o qualsiasi altro tipo d'uso, con naturale e forzata (con utilizzo della pompa di circolazione) circolazione del veicolo di calore, con consigliato più economico regime di temperatura all'ingresso alla caldaia З5+45°С. Queste caldaie sono progettate dalla "Società S.p.A. di tipo chiuso "Galan" e vengono prodotte solo in Russia.

La temperatura desiderata nei locali riscaldati viene mantenuta tramite i mezzi di automazione, compreso il termostato.

Modalità di lavoro è continuativa.

Per lavoro normale della caldaia sono necessarie le seguenti condizioni:

  • temperatura del locale, in cui e montatala caldaia, limite - dal +7° C al 40° C:

-

temperatura di lavoro - dal +10°C al + 35° C. Se non ci altri requisiti;

  • umidita relativa dell'area al 20° con – non più di 75%;

  • ambiente – non esplosivo, che non contiene i gas aggressivi e vapori, che distruggono il metallo ed isolamento, e anche la polvere di produzione, in quantità che distruggono o disturbano lavoro della caldaia.

Nella costruzione delle caldaie assentii materiali infiammabili per questo motivo le nostre caldaie sono a prova di fuoco.

Le caratteristiche tecniche perle caldaie – TU 3468-0001-17289826-12

Segni durante dell'ordine: - La caldaia agli elettrodi "Galan-xxxx N." (xxxx – nome della caldaia). Note: N. – potenza della caldaia nel tabella N.1.

Esempio: - la caldaia agli elettrodi immersi "Galan – Focolare 5" – nome della caldaia "Focolare" la potenza 6kW.

Tutte le caldaie delle serie "Focolare", "Geyser", "Vulcano" indicate nella teabella N.1, sono certificate. Certificato di conformità N.TC RU C-RU.AB24.B.03423.

L'organismo di certificazione – "Certificazione dei prodotti Srl "STANDARD-PROVA".

Per tutte le caldaie a elettrodi immersi prodotti dalla società "Galan SpA" e riportate in tabella delle serie "Focolare", "Geyser", "Vulcano" e permesso utilizzare in qualità del veicolo di calore solo:

  • Illiquido che non si congela alle temperature basse "Galan", la temperatura di congelamento – meno di 40°C. la durata di almeno 5 anni, tempo 1 anno. State aggiunte gli elementi speciali che eliminano la schiuma, impedendo la corrosione, le incrostazioni (di seguito nel testo – liquido che si congela a basse temperature);

  • Acqua potabile SanPinH2.1.4.559-96, distillata, dalla neve fusa, di pioggia, (filtrata) con la specifica resistenza elettrica (di seguito – resistenza) almeno 3.000-3.200 Ohm vedere al 15°C:

 

ATTENZIONE!

Categoricamente e vietato utilizzare in qualità del veicolo di calore anticongelante del liquido (antigelo), non sono destinati all'uso e per utilizzo delle caldaie agli elettrodi immersi. Ad esempio,"TOSOL", "Arctica ", "La tua casa" e ecc.

 

La "società" "Galan SpA" costantemente su svolge miglioramento delle caldaie pertanto loro caratteristiche possono variare leggermente differire dai indicati in questa Tabella.

Struttura delle caldaie

La "Società "Galan" SpA di tipo chiuso produce a seconda della potenza due gruppi di caldaie – monofase e trifase:

  • monofase: - "Focolare -2",  "Focolare-3", ''Focolare -5" e "Focolare-6 ";

  • trifase: - "Geyser-6",  "Geyser 9", "Geyser-15 ", "Vulcano-25 ", "Vulcano -36" . "Vulcano-50 ".

Le caldaie monofase composte da:

  • L’alloggiamento metallico con le bocchette all'ingresso e all'uscita del veicolo di calore e flangia di montaggio del montaggio dell'elettrodo. Il corpo svolge anche le funzioni del secondo elettrodo e la camera ionizzante;

  • il montaggio degli elettrodi dalle flangia con l'elettrodo all'asta con corrente e sigillato passante x dell'isolante elettrico. Sulla flangia delle caldaie monofase situati nella parte inferiore: terminale centrale – fase. di lato:  terminale – il cavo neutro, terminale – cavo di messa a terra.

  • dell'involucro protettivo

Le caldaie trifase sono composti da:

  • L’alloggiamento metallico con le bocchette dell'ingresso e dell'uscita del veicolo di calore. L’alloggiamento inoltre esegue la funzione della camera di ionizzazione; inoltre esegue la funzione della camera di ionizzazione;

  • sulla base, su cui installate 4 o 7, elettrodi a seconda della potenza della caldaia con cavi di corrente e di tenuta passanti degli isolatori elettrici;

  • del gruppo del terminale con l'involucro protettivo.

Il principio di funzionamento delle caldaie è lo stesso e viene visto sotto.

I vantaggi delle caldaie a elettrodi immersi

Le caldaie della società "Galan S.p.A." vengono prodotti esclusivamente in Russia (scheda 8 tipi, tab.1) Essi non solo più economici alle caldaie analoghi per la potenza di tutti gli altri tipi, comprese le caldaie prodotti all'estero, hanno alcuni vantaggi molto significative:

Il risparmio significativo dell’elettro-energia grazie al limite molto alto dell'indicatore della performance delle caldaie a elettrodi immersi, che raggiunge 98%, che è molto superiore, rispetto alle esistenti caldaie di altri tipi. Ottenuto grazie della trasformazione diretta dell'energia elettrica in calore nel veicolo di calore quando passala corrente elettrica alternanza tramite mezzo termico da ionizzazione di molecole, cosi la temperatura del veicolo di calore, e la sua conduttività aumenta. La corrente elettrica, che va dall'elettrodo all’elettrodo e la caldaia va rapidamente sulla potenza nominale.

 

I risparmi derivanti dal 20% al 40% del consumo di energia – a scapito delle prestazioni rapide delle caldaie a elettrodi immersi, l'uso dell’automazione: dei termoregolatori elettrici della società "Galan S.p.A." "Navigatore", "Comfort" di gestione remota con la trasmissione mobile – "Comfort-GSM" e anche all'opzione elettromeccanica di automazione (MRT-15) .

Facile da installare, piccola dimensione e peso leggero delle caldaie a elettrodi immersi. Ad esempio, la caldaia di potenza 6 kW pesa 1.65 kg, con la potenza 25 kW pesa 5.7 kg.

La possibilità di incorporare le nostre caldaie nei sistemi di riscaldamento precedentemente installati (con l'esecuzione obbligatoria delle nostre raccomandazioni) tra cui in qualità delle seconde di riserva (il collegamento parallelo di commutazione della caldaia) fig. n.3. La potenza della caldaia di riserva dovrebbe corrispondere alla dimensione dei locali riscaldati e qualità dell'isolamento termico, quantità del veicolo di calore nel sistema di riscaldamento (tab. n.1). Se la caldaia di riserva è installata nel sistema di riscaldamento esistente è necessario:

·attentamente con inibitore della corrosione "Galan-Protettore" lavare il sistema;

  • filtrare il veicolo di calore;

  • adottare le misure, che impediscono che le contaminazioni finiscono sulla caldaia del sistema di riscaldamento, installare i filtri.

La possibilità di aumento multiplo della potenza del sistema di riscaldamento (rispettivamente all'aumento dei volumi del locale riscaldato) tramite collegamento in parallelo di gran numero di caldaie. Ad esempio, collegamento 8 delle caldaie con la potenza nominale di 25 kW ciascuno aumenta la capacità del sistema di riscaldamento fino a 200 kW. (fig. n.2)

E 'vietato utilizzare le caldaie agli elettrodi immersi:

· per "riscaldamento" diretto dell'acqua, quando l'acqua proviene dal bacino, pozzo artesiano, rete idrica, fiume, ecc. "Direttamente" viene inviata alla caldaia. Le nostre sono progettate per l'impiego nei sistemi di riscaldamento di tipo chiuso, in quali acqua circola attraverso i sistemi di riscaldamento chiusi. L'acqua che utilizzata come il veicolo di calore, deve corrispondere esattamente corrispondere alle caratteristiche tecniche della caldaia, in altro caso la caldaia si rompe. L'acqua non può essere ritirata dal sistema di riscaldamento per la fornitura dell'acqua calda:

· per messa dei "pavimenti caldi", in quanto la temperatura necessaria in questo caso significativamente inferiore al alle temperature del funzionamento ottimale della caldaia agli elettrodi immersi. Per questo motivo la caldaia non va alla potenza indicata nelle caratteristiche tecniche. Per "i pavimenti caldi" si consiglia pertanto l'uso di altamente affidabili moderni delle caldaie TENovy di tipo di Focolare-Turbo. Gayser-Turbo . Vulcano-Turbo della produzione della Società “Galan S.p.A.”.

Non consigliato:

· l'uso delle caldaie a elettrodi immersi del sistema di riscaldamento che contengono grandi dimensioni (grandi volumi) radiatori di riscaldamento: i radiatori dai tubi di grande diametro, radiatori in ghisa, etc. In questo casosi raccomanda anche di utilizzare delle caldaie di tipo TENovy del tipo Focolare-Turbo, Geyser Turbo, Vulcano Turbo della produzione della società "Galan S.p.A." .

Se non avete altra scelta e voi usate la caldaia agli elettrodi immersi, e necessario garantire la conformità del volume (quantità) del veicolo di calore, riempire il sistema e potenza della caldaia (tabella n.1). Inoltre, in caso dei radiatori di ghisa è necessario installare in aggiunta "la linea di ritorno" del filtro di pulizia grossolana, filtro colino (decantatore) per evitare la situazione, quando i resti del nucleo di terra delle superficie interne dei radiatori con il veicolo di calore entrano nella caldaia e la rompono. Con lo stesso l'obiettivo necessario risciacquare i radiatori in ghisa prima dell'installazione nel sistema.

Kit consigliato della consegna

La caldaia al completo - 1 pz.

Manuale per manutenzione e utilizzo delle caldaie agli elettrodi immersi nei sistemi di riscaldamento - 1 pz.

*Il sistema di automazione - 1 kit

* * Manuale per manutenzione di automazione - 1 copia Imballaggio - 1 pz.

Note:

* L'unità di controllo principale raccomandata dalla "società "GALAN S.p.A."  è regolatore a due canali a elettrodi della temperatura "Navigatore ". L'acquirente può installare l'apparecchiatura elettrica secondo gli schemi di seguito indicati.

Sulla caldaia, acquisita senza questo sistema di gestione e controllo automatico del funzionamento non si diffonde la garanzia.

Il costo del sistema di gestione e controllo automatico non è incluso nel costo della caldaia.

  • * Tranne il Manuale per l'opzione elettromeccanica di automazione, perché è parte integrante del presente Manuale.

La composizione di questa opzione di automazione proposta all'acquirente, può cambiare.

Installazione (erezione) della caldaia a elettrodi immersi nel sistema di riscaldamento

Progetti per i sistemi riscaldamento, lavoro sull'installazione di caldaie, automazione, Il collegamento alla rete (compresa la messa a terra), messa in servizio, la riparazione, per certificare lo stato, la prova deve essere eseguita dall'organizzazione (società), che ha la licenza appropriata per svolgimento delle prove. Quando si eseguano i lavori sopraindicati, la documentazione di progetto per i sistemi di riscaldamento, e anche durante la manutenzione devono essere osservati:

  • "Le regole tra le industrie del dispositivo dell'impianto elettrico" (QSP);

  • "Le regole di manutenzione tecnica degli impianti elettrici dei consumatori" (Sulla manutenzione degli impianti elettrici dei consumatori);

  • "Le regole di sicurezza durante la manutenzione degli impianti elettrici";

  • "Le regole di manutenzione e la manutenzione sicura delle caldaie elettriche ";

  • Il presente manuale.

Bisogno inoltre rispettare le appropriate di Norme e regole edili. "Le regole di sicurezza antincendio nella Federazione Russa"

Per collegare le caldaie, degli impianti del controllo automatico dei sistemi di riscaldamento della manutenzione, compresa la riparazione hanno bisogno degli elettricisti o gli specialisti per la verifica periodica degli strumenti di misura e degli strumenti automatici delle qualifiche corrispondenti attestati e approvati per i lavori sugli impianti elettrici fino a 1.000 V per gruppo di sicurezza elettrica non inferiore a 3. Per l'installazione, manutenzione e riparazione dei sistemi di riscaldamento servono gli specialisti termomeccanici.  Gli specialisti sopraindicati devono conoscere le "Regole dell'installazione del dispositivo e la manutenzione sicura delle caldaie a elettrodi immersi boiler elettrico", del presente manuale.

 Con il lavoro coll’inibitore della corrosione, con liquido antigelo, con i mezzi del lavaggio e la pulizia delle superfici, sapere ed eseguire le regole del loro uso sicuro.

Al termine dei lavori sopraindicati dell'organizzazione (società), che esegue le opere, fa registrazione nel Bollettino (Allegato n.2), che viene certificata dall'esecutore responsabile dei lavori con il sigillo dell’organizzazione.

Attenzione! Gli obblighi di garanzia si applicano alla caldaia, installata in conformità con i requisiti di cui sopra con la corretta registrazione dei lavori eseguiti. Sulla caldaia installata non secondo il progetto o non dall'organizzazione autorizzata, o dagli specialisti non attestati la garanzia non si applica.

L'osservazione visiva e il funzionamento della caldaia possono fare le persone dell'età non minore di 18 anni che hanno conseguito la formazione corrispondente che conoscono il contenuto del presente Manuale, la struttura della caldaia e regole di osservazione sicura del funzionamento della caldaia.

Il collegamento delle caldaie alle reti dell'organizzazione che fornisce l'energia elettrica.

Nel caso, se la potenza emessa è insufficiente, Il collegamento della caldaia viene fatto in modalità stabilità.

Va notato, che questa modalità di collegamento alle reti è utilizzato anche per le caldaie elettriche di tutti altri tipi e non è la caratteristica delle caldaie a elettrodi immersi.

Messa a terra.

Al momento di installazione della caldaia nel sistema di riscaldamento dovrebbe essere già completamente configurata e testata la messa a terra. La grandezza della resistenza dimessa a terra della caldaia, i sistemi di riscaldamento dovrebbe essere non più 

4 Ohm. In qualità del conduttore per messa a terra viene usato cavo di rame 4-6mm2. (Tab. n.1). L'esecuzione della messa protettiva dovrebbe corrispondere a SAE, "Il regolamento sull'allacciamento delle caldaie elettriche e nel boiler elettrico noi".

Tutti aperti e le parti della caldaia dove passa la corrente del sistema di riscaldamento tra cui, metallici i tubi del freddo ("Trattamento") e caldo veicolo di Calore devono essere messe a terra.

L'entrata dei conduttori di messa a terra nella costruzione, struttura deve essere segnata dal segno di riconoscimento.

Messa a terra

La messa a terra deve corrispondere ai requisiti Regolamento sull'allacciamento degli impianti elettrici.

La costruzione ed esecuzione della messa a terra deve fornire il valore di resistenza richiesta della messa a terra della caldaia, i sistemi di riscaldamento e- non più 4 Ohm.

Il tempo del controllo periodico dello stato della messa a terra - 12 anni.

L'usura dalla corrosione non deve superare il 50%.

Le costruzioni di messa a terra è vietato pitturare, proteggere dalla corrosione con le coperture dielettriche removibili o fisse. Ad Esempio, le coperture di plastica in gomma.

Installazione (montaggio) della caldaia nei sistemi di riscaldamento.

Prima di installare fare l'ispezione della caldaia e controllare la completezza.

La caldaia viene installata nel sistema di riscaldamento verticalmente. Così il gruppo del terminale (i cavi di corrente della caldaia) per collegarsi alla rete protetta dall'esposizione esterna, contatto accidentale con la copertura di protezione (cupola) dovrebbe essere in fondo. La giuntura delle bocchette della caldaia con i tubi del sistema di riscaldamento avviene mediante le giunte idrauliche con il diametro relativo non più piccolo del diametro relativo delle giunte della caldaia e in corrispondenza con il progetto. Se nel sistema sono utilizzati i tubi di plastica, necessario 2-2.5 metri di tubi dopo l'uscita dalla caldaia sostituire con i tubi non-zincati ("neri") metallici.

Durante la progettazione del sistema del riscaldamento deve essere previsto:

  • La caldaia deve essere installata più bassa possibile in relazione ai radiatori di riscaldamento in questo aumenta la pressione o sull'uscita dalla caldaia. È desiderabile prevedere lo spazio sulla verticale dalla caldaia al pavimento, sufficiente per libera estrazione del gruppo degli elettrodi della caldaia, ispezione e pulizia delle superfici interne. Il diametro del montante verticale sopra la caldaia, così come i diametri di tutti i tubi del sistema di riscaldamento, dovrebbe essere rigorosamente secondo al progetto del vostro sistema di riscaldamento. L'altezza del montante verticale sopra la caldaia di almeno 2 m. Questo è uno dei presupposti per non usare la pompa circolare. Durante l'installazione la caldaia deve essere attaccata al muro indipendentemente dalla modalità del suo collegamento con il sistema di riscaldamento.

Sulla figura n.1, 2, 3 indicati alcuni principali schemi di esecuzione dei sistemi di riscaldamento.

Per comodità di manutenzione del sistema di riscaldamento installare le valvole di chiusura del condotto subito dopo il serbatoio di espansione e davanti all'ingresso della caldaia (vedi. Fig. n. 1, 2, З).

È possibile durante il montaggio del sistema di riscaldamento di tipo chiuso l'installazione di valvolame di chiusura al serbatoio di espansione a condizione della disponibilità del gruppo di protezione direttamente dopo la caldaia. Il serbatoio dell'espansione di tipo chiuso in questo caso si consiglia di mettere sulla linea di ritorno della caldaia.

Categoricamente vietata

L'installazione di qualsiasi tipo di valvola, qualsiasi ti di valvolame di chiusura, regolante sul tratto del condotto tra la bocchetta della caldaia e il serbatoio di espansione del sistema di riscaldamento di tipo aperto.

L'installazione elettrica delle caldaie (automazione)

Le caldaie 3-efase vengono collegate a rete elettrica a 4 cavia 3-e fasi con la tensione 380 V. la frequenza industriale della corrente – 50 Hz, N-è conduttore nullo, PE – il conduttore di protezione della messa a terra. N e PE conduttori sono separati. Per le caldaie monofase – la tensione monofase 220 V. N-nullo il conduttore. PE – il conduttore di protezione della messa a terra. N e РЕ i conduttori sono separati. Fate il collegamento alla rete secondo il progetto del vostro sistema di riscaldamento secondo il sistema selezionato di automazione della società "Galan S.p.A." . La conformità della "fase - zero - terra" – è obbligatorio. La sezione trasversale odi tutti i cavi di collegamento deve essere la stessa e almeno non inferiore alle indicate nella tab. n.1 (l'opzione elettromeccanica di automazione) per la vostra caldaia o nel Manuale sull'opzione da voi selezionata del sistema elettronico di controllo automatico del sistema di riscaldamento

Nome dell'attrezzatura

1.La caldaia a elettrodi immersi

2. Radiatore

3. Ilserbatoiodi estensione

4. La caldaiaa elettrodiimmersidi riserva.

5. La caldaia principale che lavora con il combustibile solido,

liquido o gassoso.

il termostato applicato (di seguito- il sensore)

valvola

filtro (decantatore, carter, meccanico)

la valvola per lo scarico del veicolo di calore dal sistema:

la valvola per lo scarico dell'aria:

la valvola per lo scarico dell'aria:

A

il montante verticale sopra la caldaia di altezza non meno di 2 m del diametro relativo 40 - il diametro relativo 32

Nell'applicazione del sistema remoto mobile per la gestione e il controllo dell'apparecchiatura "Galan-GSM"; i regolatore elettronici della temperatura "Navigatore", "Comfort" dell'opzione elettromeccanica – bisogno rigorosamente seguire gli schemi di collegamenti menzionati nel manuale di manutenzione. Esattamente eseguirle richieste di manutenzione e montaggio, garanzia della sicurezza. Il sensore della temperatura "Ingresso" viene installato al condotto "sulla linea si ritorno" dopo l'ultimo radiatore del sistema, ma non di più di5 m dall'unità di automazione. Sensore

"L'uscita" – sul condotto che esce dalla caldaia (il montante verticale) a distanza di 30 cm dall'uscita della caldaia (dalla bocchetta della caldaia). I sensori sono installati sui tratti metallici dei condotti per ridurre gli errori di misurazione-

Il campo di regolazione del termostato "Navigatore" della temperatura sull'uscita dalla caldaia (il sensore "Uscita") 10-:-90<°C. all'ingresso della caldaia (sensore "Ingresso") 10 -:- 80 "Con la temperatura ottimale consigliata del veicolo di calore all'ingresso alla caldaia 35-45° C e all'uscita della caldaia (la temperatura d'arresto di sicurezza) 70-80°C.

Nei termostati "Comfort", "Comfort GSM " si misura la temperatura dell'aria direttamente in nel locale riscaldato, che in modo significativo aumenta l'efficienza del sistema di riscaldamento e comfort nei locali riscaldati. Per montare la porzione di non forza di controllo automatico del sistema di riscaldamento (collegamento con la pompa di circolazione, sensori) utilizzate cavo di rame con la sezione 0.5-2.5 mm2. (Rame) Il marchio del cavo deve essere elencato nel progetto del sistema di riscaldamento e Manuali su strumenti di automazione. Se si utilizzate il cavo nel rame incagliato, applicate capocorda, ma non servite l'estremità del cavo, visto che questo potrebbe il motivo di cattivo contatto.

Gli schemi del circuito attraverso il regolatore elettronico della temperatura da due canali "Navigatore" sono riportate nel manuale di istruzioni per il "Navigatore".

Lo schema di collegamento della caldaia monofase di tipo Focolare-2, Focolare-3, Focolare-5, Focolare-6.

Lo schema di collegamento delle caldaie trifase Geyser-6, Geyser-9, Geyser-15, Vulcano-25.

Lo schema di collegamento delle caldaie di tipo trifase Vulcano-36, Vulcano-50.

L'opzione di automazione elettromeccanica.
 

Per le caldaie fino a 9 kW è consigliato l'uso di del regolatore meccanico della temperatura MRT-15. Lo schema di collegamento è specificato nelle caratteristiche tecniche del blocco.

Collegare la caldaia alla rete elettrica in conformità con del tipo e la potenza della vostra caldaia, (uno degli schemi di n° 1 o n. 2), quando il sensore della temperatura "Ingresso" è installato, come al solito, sul condotto di ritorno. Il sensore di temperatura "Uscita" è installato sul condotto che esce dalla caldaia, sulla distanza di 30 cm dalla caldaia.

Il collegamento dei sensori viene eseguito con il cavo di rame incagliato con la sezione 0.5-2.5 mm2 (rame). I sensori sono installati sui tratti metallici dei condotti per diminuzione degli errori di misurazione La protezione automatica serve per accendere e spegnere il corrente della caldaia e anche è dispositivo automatico di sicurezza con i sovraccarichi di corrente.

Pulsante sulla carcassa dello starter magnetico serve per accendere e spegnere relè termico, e con il funzionamento normale dello schema della corrente elettrica della caldaia costantemente è accesa. Il suo azionamento significa un eccesso della corrente consumata sopra nominale a causa dei malfunzionamenti nella caldaia, lo schema della corrente, o che la resistenza elettrica dell'acqua significativamente sotto al 3100 Ohm cm al 15°C. L'accensione dei relè termici viene fatta premendo un pulsante.

a. Impostare la temperatura consigliata per "uscita" dalla caldaia 65°C -:- 75°C.

b. Impostare il valore della temperatura necessaria presso l' "ingresso" della caldaia. Questo valore dipende dalla grandezza del locale, la qualità dell'isolamento dei locali e ecc., come di regola , è di 35°C -:- 45°C.

Tab. 4

Riempimento dell'impianto di riscaldamento con il veicolo del calore

Il vostro sistema è montato. In esso è installata la caldaia, il sistema automatico di controllo, è stato collegato alla rete elettrica, e messa a terra. Nel sistema di riscaldamento nonché sporco, corrosione.

In questo caso riempimento del sistema con il veicolo di calore è fatta senza risciacquo preliminare. È necessario osservare le seguenti condizioni:

  • il sistema di riscaldamento dovrebbe essere obbligatoriamente scollegato dalla rete elettrica con riempimento del sistema con l'acqua, liquido antigelo. È necessario escludere il collegamento casuale alla rete elettrica;

  • immediatamente subito dopo il riempimento del sistema con il veicolo di calore controllare la tenuta del sistema. Non sono ammessi qualsiasi perdita; È possibile il riempimento con il liquido antigelo "Galan" o l'acqua (tab. n.1).

L'acqua come veicolo di motore, ha un certo numero di evidenti vantaggi, quali la disponibilità, economicità, eco-sostenibilità, buone qualità termiche, tuttavia l'acqua ha le mancanze come, come corrosione del sistema di riscaldamento, l'eventuale necessità di regolazione specifica della resistenza dell'acqua durante la stagione fredda, l'annuale riparazione caldaia e ecc. Pur non negando, l'uso dell'acqua in qualità del veicolo di calore, noi consigliamo di utilizzare come veicolo di calore il moderno liquido antigelo "Galan".

Liquido antigelo "Galan".

Per migliorare l'affidabilità e l'efficienza economica del funzionamento del sistema di riscaldamento è stato sviluppato il liquido universale antigelo "Galan" con la temperatura di congelamento -40°C.

Nel liquido antigelo sono inseriti speciali componenti, che bloccano la formazione di schiuma, calcare nel sistema di riscaldamento, così come componenti, che sciolgono il calcare esistente e rallentano ll processo di corrosione. Utilizzo del liquido antigelo esime dal pericolo dello "scongelamento" del sistema di riscaldamento in caso

dell'interruzione improvvisa dell'alimentazione in modo significativo semplifica la manutenzione del sistema di riscaldamento, perché le sue proprietà completamente corrispondono ai requisiti del sistema di riscaldamento con caldaia a elettrodi immersi, significativamente, migliora gli indici economici e manutentivi tra, cui:

  • si riduce il tempo e si semplificano i lavori di messa in servizio;

  • viene garantita la stabilità del sistema di riscaldamento;

  • si riducono le spese per manutenzione del sistema.

Riempimento con liquido antigelo il sistema di riscaldamento. Nel sistema assente la sporcizia, corrosione.

Quantità misurata di   liquido antigelo con il tipo di pompa "Malysh" o simili attraverso la valvola di scarico viene inserito nel sistema. È normale considerato riempimento del 1/3 di volume del serbatoio di espansione dopo di che viene fatta uscire dal sistema l'aria.

Il liquido antigelo "GALAN" in un certo numero di casi secondo le caratteristiche del sistema di riscaldamento potrebbe richiedere regolazioni della conducibilità elettrica (vedere pag.26 Svolgimento della regolazione di conducibilità dell'acqua.)

Utilizzo dell'acqua in qualità del veicolo di calore.

La l resistenza elettrica specifica (in prosieguo: - la resistenza dell'acqua di sorgente (tab. N. 1) può differire da quelli richiesti per il funzionamento della caldaia con la potenza secondo le caratteristiche tecniche, pertanto potrebbe essere necessario di cambiarla   n   diminuendola o aumentandola (in seguito - la regolazione). Regolazione ("impostazione") della resistenza e viene fatto dopo, che il sistema viene riempito con acqua, aggiungendo nell'acqua la soluzione salina o acqua ad alta resistenza e realizzare quindi ottenere i valori di tabella della corrente iniziale (dell'avvio) e la corrente massima (tabella n. 4) a temperature determinate di ritorno (in seguito -l' "Ingresso"). Necessario osservare i requisiti del manuale:

·la temperatura in ingresso alla caldaia (il sensore "Ingresso") dovrebbe essere 15°C-:-20°C ;

la durata dell'accensione della caldaia non più di 30 sec .

Regolazione della conducibilità dell'acqua.

Accendete la caldaia e dopo 30 sec alla temperatura "del canale di ritorno" 15°C-:-20°C misurate con l'amperometro o le tenaglie della corrente la corrente di innesco (inizio). Spegnete la caldaia. Possibili 3 situazioni della corrente di innesco (inizio) meno o più della specificata nella tabella  N° 4 per la vostra caldaia, o pari al valore della tabella.

La corrente misurata di innesco (inizio) è inferiore della specificata nella tab. n.4 per la vostra caldaia. Regolazione dei valori della corrente di innesco è condotta in seguente modo:

  • la preparazione della soluzione del bicarbonato alimentare (bicarbonato di sodio): 5 grammi (uno cucchiaino) viene disciolto in 200

gr dell'acqua calda. Questo è il numero approssimativo per 100 l dell'acqua messa nel sistema. A seconda della differenza misurata del valore iniziale della corrente e loro valore di tabella (tab. n. 4) per la vostra caldaia (la sua potenza) e la quantità dell'acqua messa in sistema la determinata dalla singola dose di soluzione di bicarbonato, che è viene messa nel 20 l dell'acqua scaricato dal sistema. Viene accuratamente miscelata. Mediante la pompa di tipo "Malysh" viene caricata indietro nel sistema tramite la valvola di scarico. Dopo viene scaricato dal sistema ancora 20 litri, ma senza aggiungere la soluzione di sale viene di nuovo rimesso nel sistema. Si accende solo la pompa di circolazione per 20 - 30 min. La durata dell'accessione della pompa anche dipende dalle dimensioni dei sistemi di riscaldamento, il volume dell'acqua messa nel sistema. Questo necessario per equilibrare i parametri dell'acqua per tutto il volume del sistema di riscaldamento.

Dopo di che accendete la caldaia, misuratela corrente d'avvio (inizio) tra30 s dopo l'accensione della caldaia con la temperatura

"il ritorno" 15°C-20°C spegnete la caldaia, cambiate la corrente misurata con la corrente indicata nella tabella. n.4 per la vostra caldaia. Se il valore d'avvio (inizio) della corrente differisce dalla specificata nella tabella. n.4 ripetere la regolazione dello specifico elemento di resistenza. In questo caso, la temperatura all'ingresso della caldaia deve essere 15°C-:-20°C. Una volta che questi valori si equilibrati, necessario l'accendere il sistema di riscaldamento. Dopo aver raggiunto la temperatura sul sensore "Ingresso" 60°C misurare la corrente massima e confrontarla con l'indicata nella tabella n.4. In caso di necessità effettuare ulteriori regolazioni dell'elemento specifica sulla resistenza dell'acqua con metodologia indicata. Necessaria mente notare, che il valore della corrente d'avvio attuale è di "avvistamento", semplificato del processo di regolazione dell'elemento specifico della resistenza dell'acqua. Infine si tratta dell'equilibrio del valore della corrente massima della caldaia, al raggiungendo della temperatura all'ingre-

Sso nella caldaia (sensore "Ingresso") 60°C con detto valore nella tab. n. 4, dopo di che il processo di regolazione della resistenza finisce. La corrente di innesco(inizio) superiore alla indicata nella tab.n.4 per la vostra caldaia.

Necessario aggiungere nel sistema di riscaldamento l'acqua con resistenza che significativamente supera il valore indicato nelle caratteristiche tecniche. Tale acqua è l'acqua distillata, come pulita, senza impurità, l'acqua filtrata piovana o la neve sciolta. È possibile utilizzare acqua potabile dal rubinetto con la resistenza specifica alta (vedere tabella. N. 1), bollita. La quantità di acqua aggiunta dipende dal volume dell'acqua, inserita nel sistema. La modalità di riempimento del sistema con l'acqua con la resistenza alta è completamente simile all'occasione, quando la corrente d'avvio(inizio), e anche la corrente massima inferiore a quella specificata nella tab. n. 4 per la vostra caldaia, ad eccezione di che invece di acqua con soluzione bicarbonato di sodio in acqua, inserita nel sistema di riscaldamento, viene aggiunta l'acqua ad alta resistenza specifica. La quantità dell'acqua aggiunta nel sistema ad alta resistenza e la quantità dell'acqua scaricata dal sistema deve essere uguale. Se il valore della corrente di avvio e la corrente massima dopo aver raggiunto le temperature corrispondenti sul sensore "Ingresso" 15°-20 "con sono uguali a specificati in Tab. n. 4 per la vostra caldaia, la regolazione della del componente specifico della resistenza dell'acqua inserita nel sistema non si svolge. Se nel sistema di riscaldamento non è installato la pompa di circolazione, allora nel regolazione della resistenza dell'acqua, inserita nel sistema, vengono apportate le seguenti modifiche:

  • cambiamento della resistenza sul tutto volume inserito nel Sistema dell'acqua è raggiunto grazie all'aumento delle dosi aggiunte occasionali in Sistema, di soluzione di bicarbonato di sodio a dosaggi ridotti, aggiunto all'acqua o acqua con alto peso specifico della resistenza, inserite nel sistema;

  • la quantità più grande dell'acqua, pompata dopo ogni aggiunzione dell'acqua con la soluzione del bicarbonato o acqua con alta resistenza specifica nel serbatoio di espansione utilizzando la pompa di tipo

"Malysh";

In caso dell'uso della caldaia a elettrodi in qualità di riserva (funzionamento in parallelo, fig. 3) è vietato far riportare la temperatura del il veicolo di calore a ebollizione della caldaia principale. Questo può portare al cambiamento della resistenza specifica elettrica del veicolo di calore e, come conseguenza, dei guasti dalla caldaia a elettrodi o automazione.

 

Accensione della caldaia

Accendere la caldaia, impostate il più accurato monitoraggio del sistema fino a primi spegnimenti e le accessioni automatici della caldaia.

Inammissibile l'accensione della caldaia se nel sistema è presente il veicolo del calore congelato o il rischio del suo congelamento.

La temperatura del locale, in cui è montato il sistema di riscaldamento durante i lavori di messa in opera deve essere almeno 15°C.

Con il sistema di riscaldamento montato correttamente e lo schema elettrico di connessione, tra cui attrezzature automatiche,

il sistema inizierà a scaldare .

Se durante il periodo iniziale di lavoro, il veicolo di calore - «fresca» acqua, avviene una graduale riduzione della potenza della caldaia.

  • togliere la caldaia dal sistema, smontare e pulire la superficie degli elettrodi, le superfici interne della caldaia

dal livello aderito di contaminazione con proprietà di isolamento (dielettrico), montare e installare la caldaia nel sistema.

Lavori di riparazione e prevenzione. Lavaggio del sistema

L'obbiettivo del svolgimento di lavoro- fornitura del lavoro, efficace a lungo termine del sistema di riscaldamento. I lavori vengono svolte dal personale qualificata, del sistema di riscaldamento dovrebbe essere disconnesso dalla rete elettrica.

I lavori di riparazione e prevenzione svolge l'azienda(organizzazione), avente la licenza corrispondente per svolgere questo tipo di lavoro. La registrazione sul lavoro svolto è effettuato dall'esecutore di questo nel registro del Manuale e certificato dalla firma della persona responsabile per esecuzione dei lavori e timbro aziendale. (Allegato n. 2)

I lavori di riparazione e prevenzione si svolgono dopo la stagione fredda. Frequenza e la composizione di questi lavori vi e ne definita in base al veicolo di calore, che viene utilizzato nel sistema di riscaldamento, e da tutte problematiche, che sono state identificate nella corso di manutenzione, l'ispezione di stato, della caldaia e riparazione.

Il veicolo di calore-acqua

Ogni anno, immediatamente dopo il completamento della stagione fredda necessario:

· raffreddare il sistema di riscaldamento alla temperatura dell'ambiente;

·scaricare dal sistema 20 l dell'acqua, sciogliere in questa quantità la dose dell'inibitore di corrosione "Galan-Protec Tor" , la quantità di cui è calcolata partendo dal 1.5 l (o 0.5 a seconda della concentrazione) dell’inibitore per il 100 l dell'acqua, mescolare accuratamente, con l'aiuto della pompa di tipo "Malysh" versare attraverso la valvola di scarico nel sistema. Scaricare dal sistema 20 l d'acqua e senza inibitore versare nel sistema e ecc. fino a completare il riempimento dell'acqua con l'inibitore del sistema.

Per il risciacquo del sistema necessario, che essa lavora per 6 giorni con la temperatura del "ritorno" 35°С. All'interno di questo periodo di tempo avviene non solo la pulizia del sistema, ma e la tutela (inibizione) degli superfici interni del sistema di riscaldamento dalla corrosione. In questo arco di tempo necessario periodicamente pulire il filtro.

Alla fine di 6 giorni di lavoro del sistema di riscaldamento:

· spegnere il sistema di riscaldamento dal circuito;

· raffreddare il sistema fino al temperatura dell'ambiente;

· scaricare completamente acqua dal sistema di riscaldamento;

Questa acqua non può essere riutilizzata.

In caso di necessità ripetere la procedura. Viene fatta l'ispezione di stringimento dei collegamenti a vite ed elettrici affidabilità dell'allacciamento della messa a terra.

Riparazione della caldaia

Demontare la caldaia dal sistema di riscaldamento, se altrimenti è impossibile estrarre il gruppo a elettrodi(elettrodo) dall'allogamento della caldaia, e inoltre a pulire le superfici interne dell'alloggiamento e assicurarsi che in l'assenza di qualsiasi tipo di difetti.

Durante la riparazione della caldaia necessario

  • togliere l’elettrodo(dalla caldaia monofase), il gruppo degli elettrodi(dalla caldaia-trifase) per ispezione sulla assenza dei difetti - crepe in isolatori e boccole ecc. e la definizione di del grado di usura degli elettrodi. Se l'usura è più di 40%, elettrodo o elettrodi sono soggetti a sostituzione. Di solito questo succede 1 volta in 3-5 anni;

  • · con attenzione pulire le superficie interfacciate per fornire una tenuta grazie applicazione dei materiali sigillanti a durante il montaggio della caldaia e sua futura manutenzione;

  • ripulire fino a fare brillare il metallo le superfici interne del mantello della caldaia e poi accuratamente controllare che non ci sono i difetti, ad esempio , corrosione puntiforme, ecc.

·montare la caldaia. Durante il montaggio della caldaia strettamente controllare l'allineamento degli elettrodi tra di loro e alloggiamento cioè, dovrebbe essere la stessa distanza (gap) tra gli elettrodi e alloggiamento tra gli elettrodi. Eliminare la possibilità di contaminazione all'interno della caldaia durante il montaggio. Verificare la tenuta.

Installare la caldaia rigorosamente verticalmente nel sistema di riscaldamento. Riempire il sistema di riscaldamento con il veicolo del calore. Il serbatoio di espansione deve essere riempito al 1/3 del suo volume.

Dopo il completamento dei lavori sopraelencati fare il controllo della tenuta del sistema, serraggio dei bulloni e contatti x elettrici della caldaia e in automatico, l'affidabilità della messa a terra, il valore della resistenza, della messa a terra e fare avvio di prova del sistema di riscaldamento. Eliminare se ci saranno le. Carenze individuate.

Il responsabile per la condotta di queste lavori fa iscrizione appropriata in foglio di registrazione dei lavori di riparazione condotti, ed attesta con la firma e timbro della società (organizzazione) a specificando il suo indirizzo e licenza. (Allegato n.2)

Il veicolo di calore- il liquido antigelo "Galan".

In questo caso, la riparazione e la manutenzione della caldaia tra le stagioni di riscaldamento viene fatta una volta ogni 3 anni: questa è l'ispezione controllo del serraggio dei bulloni e collegamenti elettrici affidabilità di messa sa terra.

La modalità di lavori-di riparazione e prevenzione tranne il sistema di lavaggio che non viene effettuata, simile a quella che si svolge quando viene usata nel sistema di riscaldamento come il veicolo di calore acqua, come descritta sopra e soggetta alle misure di sicurezza.

Il lavaggio del sistema non viene effettuato perché nel liquido antigelo "Galan" sono contenuti componenti per prevenire la corrosione, formazione del calcare, schiuma. Prima di riparazione la caldaia deve essere accuratamente risciacquata con l'acqua dal liquido antigelo, inoltre sciacquare i componenti della caldaia dopo lo smontaggio.

L'osservazione visiva del funzionamento della caldaia

Questa funzione possono eseguire le persone di età di più di 18 anni, che hanno avuto una dovuta formazione e conoscono il funzionamento della caldaia, che conoscono la struttura della caldaia e che hanno studiato questo manuale.

Supervisionando il funzionamento della caldaia è necessario monitorare visivamente il livello del veicolo di calore nel serbatoio di espansione per il quantitativo nel sistema. Normalmente, il serbatoio deve riempito per 1/3 del suo volume. Se livello del veicolo di calore nel serbatoio di espansione sotto specificato lo specialista della società (organizzazione) addetto al sistema, deve a seconda di quello, che viene utilizzato come veicolo di calore - acqua o liquido antigelo, eseguire una delle due procedura:

а). Il veicolo di calore - acqua.

Aggiungere al serbatoio di espansione fino al livello normale, l'acqua distillata o piovana, la neve sciolta e pulita, filtrata cioè acqua con la resistenza, che in modo significativo superiore a 3100 ohm cm.

b). Veicolo di calore - nel liquido antigelo

Aggiungi nel serbatoio di espansione al normale livello acqua distillata o piovana, neve, acqua sciolta, filtrata, acqua di cui la resistenza specifica in modo significativo superiore a 3100 Om e liquido antigelo in proporzione 3:1. Questi lavori si svolgono solo con la rete elettrica staccata dal sistema di riscaldamento.

c). In caso di immediata sconnessione dalla corrente della caldaia deve essere immediatamente spenta:

  • assenza della tensione;

  • l'apparizione dei segni di fumo, vapore, il riscaldamento inaccettabile dei cavi della caldaia e dei componenti automatici;

  • la perdita del veicolo di calore dal sistema;

    • presenza del veicolo di calore congelato in sistema;

    • malfunzionamento del sistema di messa a terra;

    • apparizione dell'umidità sull'alloggiamento della caldaia dei strumenti di automazione;

    • malfunzionamenti della pompa di circolazione.

In caso di cattivo funzionamento del sistema di riscaldamento chiamare immediatamente per eliminarli gli specialisti delle aziende (organizzazione), che fanno manutenzione del vostro sistema di riscaldamento e fino al loro arrivo seguite le istruzioni ricevuti.

In caso di minaccia di "scongelamento" del sistema scaricate il veicolo di calore (acqua) in un contenitore pulito

Il lavoro annuale, garantiscono la sicurezza elettrica e l'affidabilità di automazione

Annualmente, dopo il completamento della stagione di riscaldamento è necessario svolgere il lavoro che garantisce la sicurezza elettrica e affidabilità degli mezzi di automazione indipendentemente dal quello che viene utilizzato in qualità del veicolo di calore - acqua o illiquido antigelo (vengono svolti al sistema staccato dalla rete elettrica):

  • controllo di affidabilità dei contatti degli sistemi di messa a terra, l'unità d’automazione;

  • controllare il valore della  resistenza della messa a terra del sistema di riscaldamento. Questo valore non deve superare 4 Ohm.

  • l'ispezione dell'interruttore automatico - la pulizia dalla polvere, il controllo e serraggio dei morsetti ­ l'assenza degli inceppamenti meccanici, controllo dei contatti;

  • controllo dell'avvio magnetico - la pulizia dalla polvere, ispezione, pulizia e serraggio delle connessioni dei morsetti, il controllo dello stato dei contatti per l'inceppamento meccanico , magnetico incollaggio;

  • l'ispezione dei pulsanti d'avvio;

  • l'ispezione delle attrezzature automatiche installate ("COMFORT", "Navigator", "Comfort-GSM") - pulizia della polvere, controllo dei contatti, montaggio, d'assistibilità.

 Dei lavori sopraindicati vengono svolti dagli elettricisti specializzati, o idraulici di strumentazione e, che hanno l'accesso agli impianti elettrici Nel, gruppo dell'elemento di sicurezza sotto 3. Dopo il completamento di questi lavori viene svolto l'avvio di prova della caldaia. Dopo il completamento dei lavori lo specialista responsabile per lo svolgimento di queste opere, fa la registrazione corrispondente ­ nel foglio delle registrazioni dei lavori svolti, lo attesta con la sua firma e il timbro aziendale (organizzazione) con l'indicazione del suo indirizzo e licenze. (Allegato n. 2).

Possibili malfunzionamenti nel lavoro del sistema di riscaldamento modi di eliminazione

1. La caldaia non si accende.

Scatta il mezzo automatico della protezione.

 

Corto circuito nel sistema elettrico causa del collegamento scorretto della caldaia, la resistenza elettrica dell'acqua significativamente inferiore a 3100 Ohm cm al 15°С.

 

Chiamare un elettricista e verificare la conformità dello schema elettrico montato riportato

Nel presente manuale, verificare le correnti dell'avviamento.

In caso di bisogno fare la regolazione della resistenza elettrica dell'acqua.

2. Il sistema di riscaldamento non si scalda (si scalda poco) .

 

La resistenza alta elettrica specifica dell'acqua.

Impostata la temperatura del veicolo di calore dello schema di collegamento della caldaia e installazione dei radiatori non corrispondono ai riportati in questo manuale.

Rigorosamente seguire le raccomandazioni nel presente

Manuale per quanto riguarda il veicolo di calore.

Aumentare il valore della temperatura impostata.

Riportare gli schemi di collegamento e installazione

in conformità con gli schemi nel presentemanuale.

La presenza degli ingorghi aeree nel sistema di riscaldamento e a causa del montaggio scorretto. Non conformità della potenza della caldaia, collegati ad esso il sistema di riscaldamento dispositivi (radiatori, convettori e ecc)

Eliminare gli errori nell'installazione, il veicolo di calore inserire sotto la pressione attraverso la valvola di scarico. Portare la potenza della caldaia e dei dispositivi di riscaldamento in conformità.

3. La caldaia consuma la potenza nominale, ma si riscalda solo fino al condotto più vicino della caldaia (scarico).

La manomissione della circolazione del veicolo di calore nel sistema del riscaldamento la presenza degli ingorghi aeree

Pulire, il sistema di riscaldamento ed accuratamente sciacquarlo con l'inibitore "Galan - Protector"

Necessariamente applicare il filtro per la pulizia grossolana e periodicamente pulirlo, eliminare gli ingorghi aeree.

  4. La caldaia nel tempo gradualmente perde la sua potenza tra cui al lavoro "con l'acqua fresca".

Presenza sulle superfici interne della caldaia

e gli elettrodi della sporcizia, ruggine, scaglie e ecc

Pulire gli elettrodi e la superficie interna dell'alloggiamento della caldaia fino all'arrivare alla brillantezza metallica.

Sicurezza antincendio

Durante dei lavori di messa in opera, sfruttamento della caldaia agli elettrodi si deve eseguire ­ le "Regole dell'antincendio della Federazione Russa", tra cui

Non accettabile:

  • deposito in locale dove è montata la caldaia, delle bombole con gas liquido compresso, i materiali facilmente ­ infiammabili, combustibili. Ad esempio: benzina, acetone, essenza di trementina, bitume, tetto morbido, kerosene gli, oli lubrificanti e ecc.

  • Asciugare le robe sulla caldaia.

 

 

Trasporto e deposito delle caldaie agli elettrodi
  1. La caldaia non deve avere danni e deve conservare la capacità lavorativa dopo gli effetti ­ meccanici e climatici durante il trasporto.

  2. . Il trasporto delle caldaie può essere svolto con tutti tipi di trasporto negli automezzi coperti,

in conformità con le regole di trasporto e merci, esistenti in questa modalità di trasporto. Le condizioni di trasporto in parte degli effetti meccanici - nel gruppo di GOST 23216-78.

  1. Le condizioni di trasporto in parte l'effetto climatico - del gruppo 5 (ОЖ 4)  GOST 15150 -69.

  2. Le condizioni di conservazione delle caldaie del gruppo 3 (ЖЗ) GOST 15150-69.